La nostra storia

Primula hotel

LA VERA TRADIZIONE
è in continuo rinnovamento

“… eh si, proprio qui all’inizio del mio caro paese costruirò un piccolo albergo…

e come in primavera il primo fiore che si vede è la primula, così il mio albergo, che la gente vedrà per primo arrivando a Costa, si chiamerà La Primula …”

Angelo Brumana

La nostra storia - Primula Hotel

Gli inizi

Anni 50 , la guerra è da poco finita, la tristezza ed i dolori di tempi bui devono essere lasciati alle spalle. Nell’aria c’è profumo di novità, voglia di ricominciare, voglia di prendersi rivincite.

Ognuno vuole trovare il proprio spazio in una nuova Italia oramai proiettata verso un futuro libero e senza restrizioni o tabù; e così il capostipite Angelo Brumana, tornato dal fronte, decide di mettere mano ai propri sogni e di materializzarli in realtà.

La nostra storia - Primula Hotel
La nostra storia - Primula Hotel
La nostra storia - Primula Hotel

Correva il 1956

La storia del nostro albergo Primula iniziò nel lontano 1956, quando Nonno Angelo trasformò una vecchia casa privata in una piccola struttura ricettiva.; composta da un piano inferiore adibito a sala ristorante per circa >60/80 persone dotata di camino e un bar attrezzato con un’ampia terrazza esterna.

I turisti che popolavano in quegli anni il paese, sia per le classiche “narcisate” sia per le sciate invernali, resero sempre più concreto il sogno iniziale e portano il “Primula”a divenire un punto di riferimento anche per il proprio paese. Non a caso i compaesani si ritrovavano qui per giocare a carte, bere in compagnia e perché no per concludere affari fra i tanti ambulanti della zona.

Per l’epoca, il nuovo locale, era da considerarsi più che moderno, infatti l’idea di partenza era di non accontentarsi semplicemente della mera sopravvivenza economica, ma di cercare invece di offrire una sorta di lusso a tutti gli avventori che non dimentichiamoci, avevano ancora in mente le difficoltà e le restrizioni subite durante la guerra.

La nostra storia - Primula Hotel
La nostra storia - Primula Hotel
La nostra storia - Primula Hotel

Da Ristorante a Struttura Ricettiva

La strada intrapresa portò buoni frutti ed invece di adagiarsi e godersi i successi ottenuti, il capostipite Angelo decide di ampliarsi; nel 1963 fa richiesta di concessione edilizia per poter realizzare tre piani di camere, da adibire ad accoglienza turistica, al di sopra della sala ristorante.

Il progetto venne accolto e si realizzarono 11 camere e due bagni per piano. Può sembrare poca cosa in confronto alle dotazioni alberghiere di oggi, ma per il periodo e per un hotel di montagna di allora, erano invece un gran passo avanti, tant’è che nelle prime pubblicità veniva sottolineata la presenza dei “due bagni per piano con acqua, calda e fredda corrente”.

La notorietà di Costa Valle Imagna come metà di vacanze invernali ed estive non fà altro che accrescere anche la fama della struttura, che oltre a veder aumentato il numero di clienti, si trova a dover affrontare un problema che ai nostri giorni è oramai una consuetudine, ma che negli anni ’60 era sconosciuto…. Il traffico.

La strada provinciale che correva a fianco dell’Hotel era spesso ingombra di auto parcheggiate, ma con lungimiranza ed uno scambio di terreni con la provincia di Bergamo, il Nonno Angelo Brumana riuscì a far realizzare un ampio parcheggio a monte spostando così il traffico a valle.


Angelo e figli

Il Nonno Angelo a cui non piaceva perdere tempo, affiancato oramai nella gestione da alcuni dei suoi figli, tra cui Mario, che si era già fatto un bagaglio di esperienze nei migliori ristoranti di Bergamo, fece costruire un enorme salone ad est della struttura-madre, collegato con un tunnel sotterraneo alla stessa. E dal 1969 fu un susseguirsi di pranzi, di anniversari, festeggiamenti di associazioni, comunioni, battesimi ed innumerevoli banchetti di nozze.

Al di sopra del salone per banchetti venne realizzato un campo da tennis, uno da bocce ed un piccolo parco giochi per i piccoli ospiti.

L’hotel Primula si trovò così piacevolmente coinvolto nell’organizzazione dei momenti di svago o di celebrazione delle più svariate tipologie di clientela; il tutto è testimoniato dai documenti fotografici e scritti che ci rimandano a gare di ballo, concorsi di bellezza, gare di sci o corse in bicicletta.

Il tempo corre e l’Hotel Primula attraversa velocemente e con successo gli anni. Il capostipite Angelo decide di lasciare le redini a tre dei suoi figli, che si specializzano ognuno in un ramo diverso.

La nostra storia - Primula Hotel
La nostra storia - Primula Hotel
La nostra storia - Primula Hotel

Gli anni 90

Ben presto però emerse chiaramente che l’unico veramente interessato a continuare l’avventura era Mario che avendo in gestione la parte alberghiera decise nel 1993, supportato dalla moglie Dolci Pia, di mettere mano, lavorandoci in prima persona, alle ormai vetuste stanze dell’hotel. Con un sapiente, ma non per questo facile lavoro, riuscì a dotare ogni stanza del proprio bagno.

Iniziò così una seconda giovinezza per l’Hotel, continuamente foraggiata da annuali ammodernamenti.


Gli anni 2000

Con l’avvento degli anni 2000 si affacciarono nell’impresa familiare anche i figli di Mario e della moglie Pia, Sara, Andrea e Marta.
Il cambiamento di indirizzo apportato all’Hotel, oramai improntato verso una clientela senior, soprattutto nella stagione estiva, vedono la famiglia Brumana attiva nell’offrire una proposta sempre più varia e al tempo stesso ricca di novità anno dopo anno. Infatti nei primi anni del 2000 venne rinnovato l’arredamento delle stanze.

  • Nel 2007 viene riacquistato il vecchio bar e trasformato in una moderna caffetteria.
  • Nel 2009 si rinnova la hall dell’Hotel con spazi più accoglienti e funzionali, la struttura viene dotata di una piccola libreria-biblioteca a disposizione degli ospiti.
  • Nel 2009 Dolci Pia riceve le redini dell’impresa dal marito che decide di ritirarsi e di assistere, da dietro le quinte, la moglie ed i figli.
  • Nel 2010 il terrazzo solarium al quarto piano viene ristrutturato, e dopo essere stato rivestito con un occhio al risparmio energetico ed all’ambiente, si trasforma in un vero e proprio giardino sospeso.
  • Nel 2011, durante l’assemblea generale dell’associazione di categoria, viene conferita la targa commemorativa per la fedeltà associativa.
  • Nel 2012 gli ammodernamenti continuano e le camere vengono ulteriormente ringiovanite e dotate di nuovi comfort, tra i quali tv a schermo piatto, nuove casseforti, nuovi phon.
  • Nel 2013 viene rifatta la pavimentazione esterna del terrazzo della caffetteria.
  • Nel 2014 la sala ristorante viene rimodernata in perfetto stile montano.
  • Nel 2015 vengono rimodernati gli arredamenti delle stanze dell’hotel
  • Nel 2016 e nel 2017 vengono applicate piccole ristrutturazioni al solarium al 4° piano e alla cucina rendendola più funzionale
  • Nel 2018 viene creata una sala relax aggiuntiva, realizzata dalla necessità di dover ampliare gli spazi interni

Due sono le caratteristiche che, come un filo rosso, percorrono la storia della nostra famiglia: l’amore per questo luogo e un briciolo di follia.